Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Musique Sacrée du Tanger

  • >
Musica

Musique Sacrée du Tanger

Musique Sacrée du Tanger
Jamal Ouassini, violino, voce e percussioni
Gloria Moretti, canto
Aziz Riahi, voce e percussioni
Vangelis Merkouris, liuto, ciftelia e canto

L'Ensemble nasce all'interno della celebre Orchestra Arabo Andalusa di Tangeri diretta da Jamal Ouassini, un'orchestra che ha suscitato un grandissimo successo con l'opera Incontro a Tangeri, pubblicata in doppio CD nel 2002, e che ha portato l'orchestra in tournée per diversi Paesi del mediterraneo, ricevendo il premio UNESCO nel Settembre 2003 ad Ascea (SA).
Il repertorio si basa su una raccolta di brani sia strumentali che vocali attribuiti alle tre culture monoteiste: ebraica, cristiana e musulmana. Gli arrangiamenti musicali e le composizioni originali, curati da Jamal Ouassini, sono una tessitura formale e linguistica che unisce in perfetta armonia le melodie e i canti provenienti dal repertorio sefardita, medievale cristiano e arabo andaluso spaziando dalle romanze sefardite di Tangeri e Teatouan alle Cantigas de Sancta Maria fino alle melodie delle confraternite Sufi. Arrangiamenti che lasciano ampi momenti liberi ai singoli strumentisti e ai cantanti, permettendo così di evidenziare l'incontro delle tre culture e la loro radice comune.


Jamal Ouassini è un fine violinista nato a Tangeri, dove si è formato al Conservatorio studiando musica arabo-andalusa, violino e musica classica. In seguito, è entrato a far parte dell'Orchestra Andalusa di Tangeri come violinista. Nel 1984 si è trasferito in Italia, a Verona, dove ha terminato i suoi studi e si diploma, come violinista, presso il Conservatorio di musica della città.
Per diversi anni si dedica alla musica classica collaborando con numerose orchestre da camera, sinfoniche e liriche e, contemporaneamente, insegnando violino e teoria musicale presso l'Accademia di Musica Moderna di Verona e presso il Centro di Ricerca Musicale (VR). Lo stesso anno ha fondato l'Ensemble Ziryab, gruppo musicale che, riunendo prestigiosi musicisti provenienti da diversi paesi del Mediterraneo, tra gli anni '80 e '90 ha suscitato grandi consensi nell'ambito dei più prestigiosi festival di World Music, sia in Italia che nel resto d'Europa. Numerose le sue collaborazioni nella realizzazione di musiche sia teatrali che cinematografiche.

Gloria Moretti nasce come cantante classica, ma si è sempre cimentata anche in repertori meno tradizionali: pop, musica tradizionale del Mediterraneo, contemporanea. Si è esibita sotto la direzione di numerosi direttori, tra cui Sergio Vartolo, Roberto Gini e Gabriel Garrido. Tiene regolarmente master class di canto, in particolare presso la Fondazione Royaumont dove ha insegnato voce e si è occupata della ricostruzione musicale dei brani vocali per la La Fabula di Orpheo di Angelo Poliziano. Ha registrato per Quadrivium, Virgin, Warner Chappel, Tactus, Philips, Amadeus, K617, Raumklang, L'Empreinte Digitale, ES.

Aziz Riahi nato a Casablanca, studia canto arabo-andaluso. Nel 1994 entra a far parte come cantante di diversi gruppi musicali, tra cui il gruppo Raina con cui partecipa a diverse manifestazioni nazionali. Chiamato in Italia nel 1998 da Jamal Ouassini, forma il gruppo Jamal Ouassini Ensemble e partecipa a diversi festival nazionali e internazionali. In seguito partecipa alla realizzazione e all’esecuzione al Teatro Tenda di Verona dello spettacolo “Al Kafila”, in arabo la carovana, dedicato al popolo e alle tradizioni musicali dei paesi del Maghreb. Lo spettacolo rappresenta tutte le sonorità della musica marocchina, dalle melodie delle popolazioni nomadi fino ai canti del nord del paese, di influenza andalusa. Nel 2001 il Jamal Ouassin Ensemble ha inciso il disco “Al Kafila”, registrazione dal vivo al Teatro Tenda di Verona. Dal 2004 forma insieme ad alcuni amici italiani il gruppo musicale ALLAYALI realizzando il sogno di trasmettere le proprie radici musicali a musicisti italiani. Il sogno continua…

Evangelos Merkouris, nato a Keratea nella regione di Attika è stato educato nei suoi primi passi nel campo della musica greco-romana (bizantina) dal primo cantore della cattedrale di San Demetrio Georgios Aggelis. Ha conseguito i suoi studi sul sistema modale col suonatore di kanoun (kanonaki) e fondatore della Orchestra Bizantina di Atene Manolis Karpathios e ha preso lezioni di oud (outi) dal grande maestro Nikos Saragoudas. Attualmente sta suonando col suo gruppo Mesogaia, collabora col maestro Jamal Ouassini e vari artisti di generi ed estrazioni diverse.

 

(s)Nodi è inserito nel cartellone di Bé bolognaestate 2016

Prenota il tuo biglietto:
la novità di quest'anno è che anche per (s)Nodi a partire da mercoledì 20 luglio è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.
La prenotazione dei biglietti sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.
In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10>16).

Quando

9 Agosto 2016
ore 21

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

Biglietti:
€ 10,00 | intero
€ 8,00 | ridotto
gratuito | minori di 18 anni
L'ingresso è consentito fino ad esaurimento posti
Rassegna

(s)Nodi: dove le musiche si incrociano 2016

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti