Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Balen Lopez de Munain duo

  • >
Musica

Balen Lopez de Munain duo

Balen Lopez de Munain duo

Balen Lopez de Munain - chitarra, voce
Luciana Elizondo - viola da gamba, voce

Ci sono più di 400 anni tra l’epoca d’oro della viola da gamba e le origini della chitarra classica come la vediamo oggi e pensare di combinare le due sonorità – così diverse nel timbro e nei reciproci repertori – sembra un azzardo ma è quello che fanno i due musicisti di origine basca, Luciana Elizondo – argentina ma di “passaporto basco” – ed il compositore e chitarrista di Bilbao Balen Lopez De Munain.
Il duo propone con gusto ed eleganza un repertorio ispirato e originale della bellissima e ancora poco nota tradizione dei Paesi Baschi.


Balen Lopez de Munain
è nato a Bilbao, nei Paesi Baschi. Incomincia il suo percorso artistico e concertistico dopo essersi diplomato in chitarra presso il Conservatorio di Bilbao. Alla fine degli anni ottanta si caratterizza come esponente del movimento della world music e viene invitato a suonare con musicisti italiani conosciuti nell’ambito della musica etnica: incide e realizza numerose tournèe con artisti come Antonio Breschi, Jamal Ouassini ed il gruppo Ziryab. Gli anni novanta sono decisivi per dare avvio alla sua carriera come concertista e leader di un progetto personale: prima forma un trio con il percussionista angolano Mario N'goma ed il bassista triestino Sergio Candotti. Con questa formazione registra nel 1995 "Laberintoa" e realizza numerose tournèe in tutta Europa.
Alla fine degli anni novanta incomincia a lavorare su un progetto più centrato sulla musica basca: accanto al contrabbassista e violoncellista Salvatore Maiore, al flautista Geoff Warren ed al fisarmonicista Joxan Goikoetxea registra "Lotuneak"(2005) e lo presenta all’interno delle rassegne europee più prestigiose di musica etnica. E’ stato invitato in numerosi festival chitarristici e la critica ha sottolineato l’originalità e la raffinatezza del repertorio, composto da musiche proprie, tradizionali e di altri autori della sua terra. In Italia ha conseguito il diploma di laurea di II° livello in chitarra presso il Conservatorio di Verona, con una tesi sulle “origini del repertorio chitarristico basco”. Attualmente insegna chitarra nelle scuole secondarie di I° e II° grado ad indirizzo musicale della provincia di Verona.

Luciana Elizondo, argentina ma di passaporto basco, ha iniziato i suoi studi presso la Scuola di Musica dell’Università Nazionale di Rosario in Argentina. Ha fatto parte dell’ensemble Promusica Rosario Antiqua, iniziando la sua carriera nella musica antica sotto la direzione del M° Cristian Hernandez Larguía. Ha studiato viola da gamba, prima con Irene Chaina, Juan Manuel Quintana e Ricardo Massun, per poi continuare in Europa con Vittorio Ghielmi, Fahmi Alqhai e Guido Balestracci. Nel 2005 ha ottenuto una borsa di studio per stabilirsi in Italia e ha proseguito gli studi musicali presso L’Accademia Internazionale della Musica di Milano, dove si è diplomata sotto la direzione di Rodney Prada. In seguito ha ottenuto il Master en Interprétation-Concert presso il Conservatoire Supérieur de Musique di Ginevra, sotto la direzione di Guido Balestracci. Collabora con Ensemble Elyma, Estro Cromatico, Festino Armonico, Cum Altam, Glossarium, La Cecchina, La Venexiana, Ensemble Européen William Byrd, Magica Lirica e il Coro Biscantores, con cui si è esibita nei più importanti teatri in Sud America e in Europa.
Insegna viola da gamba presso la Scuola Internazionale Musicale di Milano. Dal 2012 tiene il corso di viola da gamba per bambini presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano. Ha registrato per le etichette EPSA, K617, Sony e Arcana. Nei suoi concerti per viola da gamba sola, Luciana Elizondo recupera la tradizione rinascimentale, da molto tempo dimenticata, di cantare suonando la viola da gamba. Dal 2015 insegna viola da gamba presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza.

(s)Nodi è inserito nel cartellone di Bé bolognaestate 2016

Prenota il tuo biglietto:
la novità di quest'anno è che anche per (s)Nodi a partire da mercoledì 20 luglio è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link.
La prenotazione dei biglietti sarà valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.
In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (attivo dal mercoledì al venerdì ore 10>16).

Quando

23 Agosto 2016
ore 21

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

Biglietti:
€ 10,00 | intero
€ 8,00 | ridotto
gratuito | minori di 18 anni
L'ingresso è consentito fino ad esaurimento posti
Rassegna

(s)Nodi: dove le musiche si incrociano 2016

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti